Apr 09

Instagram la guerra dei like, tra bot, follow/unfollow e gruppi Telegram

Qualche settimana fa, nelle stories di instagram veniva condiviso come un tam tam il link di un sito, che analizza profili IG e restituisce la percentuale reale di followers del profilo esaminato. Inutile dire che in poco tempo la pagina era in crash, non funzionava più. Il sito, per chi fosse interessato, è qui. Il fenomeno dei bot fa irritare e incuriosisce chi lavora su IG. Da una parte si schierano coloro che hanno fatto crescere la pagina in maniera convenzionale, con duro lavoro e fatica. Dall’altra tutti quelli che comprano i followers e usano bot per una questione di prestigio e per aumentare le possibilità di ottenere collaborazioni con le aziende. Certo, acquisire in poco tempo tanti followers e una montagna di like è sicuramente qualcosa che ha un certo appeal. Ma quanto è rilevante o importante avere tanti like e contatti, che però non sono assolutamente interessati a quello che facciamo? La questione è controversa e merita un’analisi approfondita sul mondo di Instagram. Ed ecco perché te ne voglio parlare oggi, se per caso ti ha solleticato almeno una volta nella vita di volerne fare uso. 

Cosa sono i Bot

Innanzitutto vediamo di capire cosa sono i bot e perché tante persone/aziende sono portate ad usarli. I bot altro non sono che dei programmi, che lavorano” sul tuo account IG, mettendo like, seguendo persone, commentando su altri profili. Un software di automazione, insomma, che ha lo scopo di attirare l’attenzione sul tuo profilo. Uno dei metodi più usati per aumentare i propri followers è quello del follow/unfollow. In cosa consiste? Semplicemente nell’aggiungere ogni giorno dei nuovi utenti, l’ideale è quello di cercarli tra i followers di tuoi competitors per essere certi che siano interessati a ciò che tu posti, interagire con loro e dopo qualche giorno cancellarli.

Seguire l’account di qualcuno è un modo per attirare l’attenzione. Un modo per dire: ehi vieni a dare un’occhiata al mio account! Ma in realtà chi fa follow/unfollow non è realmente interessato al tuo account e dopo qualche giorno, infatti, ti cancella. Questa tecnica è molto dispendiosa in termini di tempo e per questo motivo per attuarla spesso vengono utilizzati i bot che lo fanno i automatico per te. I bot identificano i profili da “catturare” tramite gli hashtag che utilizzi più spesso e ricercando pagine simili a quelle che già segui. Commenta le foto, aggiunge persone e lo fa ad una velocità impressionante. Praticamente a te non rimane altro che postare le foto e scegliere gli hashtag migliori, tutto il resto lo farà per te il bot. 

 Instagram pods e gruppi Telegram

Un altro metodo che viene spesso utilizzato per accrescere il proprio seguito su IG è quello di utilizzare gli engagement groups o instagram pods. Gli engagement groups altro non sono che dei gruppi costituiti con lo scopo di supportare ciascun membro nella piattaforma di Instagram. Ogni membro metterà like agli altri iscritti e parteciperà attivamente nella sua pagina, tramite like, commenti e conversazioni, che sono mirati a far crescere l’engagement dell’account. Questi gruppi si possono trovare sparsi nelle rete su tante piattaforme, la più famosa probabilmente è quella di Telegram, un software di messaggistica istantanea, concorrente dell’ormai onnipresente WhatsApp, che permette al suo interno di utilizzare diversi bot, software, per integrarne le capacità. In questa piattaforma coesistono diversi gruppi, tutti con diverse regole, in cui è possibile, grazie al lavoro congiunto dei partecipanti, accrescere il numero di followers. Ogni gruppo ha un suo regolarmente interno. Solitamente i partecipanti postano alla stessa ora e dal momento della pubblicazione per circa un’ora, si commenta e si interagisce a raffica. In questo modo i post avranno un engagement altissimo proprio nell’istante successivo alla pubblicazione, che è quello che Instagram prende in considerazione per posizionare le foto nella sezione Top-Post, in cui saranno visibili a tantissime persone.

 

Instagram bot - Le Plume studio

 

Chi usa i bot e perché

Chi acquista pacchetti di followers, utilizza bot o instagram pods per la gestione del proprio account è ovviamente ingolosito dal possibile guadagno che la piattaforma di Instagram consente di raggiungere. O semplicemente trova questi strumenti utili per far conoscere il proprio prodotto, in maniera veloce e rapida. Avere tanti followers non è solo importante al livello di prestigio  per l’immagine dell’azienda, ma consente di attivare tutta una serie di opzioni. Ad esempio raggiunti i 10K followers è possibile mettere il link diretti nelle stories. Sembra che acquistare followers e usare i bot possa portare tanti benefici, ma allora qual è il problema nell’utilizzarli?

Perchè i bot non sono la soluzione

Innanzitutto è importante ribadire che acquistare pacchetti di followers e usare qualunque tipo di automazione è espressamente vietato dal regolamento di Instagram. Cosa si rischia? Per il momento il rischio più grande è quello di intercorrere nel blocco temporaneo dell’account, oppure nello shadowban. Quest’ultimo, se te lo stessi chiedendo,  è il mezzo utilizzato da Instagram per punire i trasgressori. Il proprietario dell’account non si rende conto di essere stato bannato, ma i suoi post non saranno più visibili all’esterno della sua comunità, a scapito della crescita in termini di like e followers. 

In secondo luogo chi cerca di far crescere la propria pagina utilizzando modi non convenzionali, rischia di avere un seguito di persone che non sono assolutamente interessate al contenuto della pagina. Chi compra followers e utilizza bot solitamente ha poco engagement, che è il valore principale con cui si valuta un profilo. L’engagement altro non è che il livello di coinvolgimento che i tuoi utenti hanno nella tua pagina. Il numero di commenti, le conversazioni che scaturiscono da un tuo post, per fare qualche esempio. L’engagement è qualcosa che non si può comprare e, anche se qualche azienda poco attenta può fermarsi all’apparenza dei tanti like e followers, chi lavora seriamente con i social sa esattamente quali sono i parametri da tenere in considerazione.

E’ vero, accrescere il tuo account può essere un’ottima vetrina per i tuoi prodotti, ma probabilmente mostrarli a chi non è interessato non porterà nessun giovamento. Come abbiamo ripetuto più volte, l’uso dei social richiede tanto impegno e costanza ed è un duro lavoro, ma se fatto con costanza porta tante soddisfazioni. Come quella di riuscire a creare intorno alla tua pagina una community vera, di persone vere, che sono interessate a quello che mostri e a quello che racconti. E probabilmente ci vorrà del tempo per far crescere la tua pagina, ma i risultati arriveranno e se si lavora bene, saranno formidabili.

 

Sei ancora convinto che utilizzare i Bot sia una buona idea? 

Nessun commento

no

Questo è un negozio di prova — nessun ordine sarà preso in considerazione. Ignora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi