Mar 19

Come usare Instagram per far conoscere il tuo brand

E’ il nostro Social preferito, non lo neghiamo. Ed è anche quello più di moda al momento. Perché parla per immagini, permette di creare un rapporto diretto con i followers ed è un mezzo perfetto per fare storytelling. Ma, teniamolo sempre a mente, non è uno strumento magico. Se vuoi utilizzare per lavoro è bene che ti prepari a studiare come funziona e ad avere pazienza, tanta pazienza. Roma non fu costruita in un giorno e il successo nei social non arriva immediatamente. Ci vuole tanto lavoro, dedizione, costanza e pianificazione. In particolare costanza e pianificazione sono gli strumenti che bisogna sempre mettere in campo quando si utilizzano i social.

Un consiglio prima di iniziare. Dal 2016 Instagram da la possibile alle aziende di avere un profilo business. Questa opzione ti consente di aggiungere maggiori dettagli al profilo e altri vantaggi tra cui, probabilmente il più importante, quello di poter raccogliere le informazioni sull’andamento della nostra pagina, attraverso la funzione Insight.

Attivare il profilo business è molto semplice. Nella sezione opzioni del nostro account troverai la voce passa ad un profilo aziendale. Sarà sufficiente attivare questa funzione per creare il tuo profilo business.

Instagram Business - Le Plume Studio

Instagram è uno strumento fantastico per promuovere i brand. Non ci stancheremo mai di dirlo. E siamo sicure che possa fare al caso tuo. A patto, però di saperlo usare correttamente. 

Instagram, infatti, consente, tramite la condivisione di foto, di mostrare il nostro lavoro, la nostra filosofia e il nostro modo di operare. Di farci conoscere e di creare una community forte di followers fedeli al nostro marchio. E’ un social emozionale, che permette di immortalare la vita quotidiana, l’ispirazione e la passione che c’è dietro un determinato lavoro.

Per fare tutto questo, quello di cui avrai bisogno, per iniziare, sono un piano strategico e una pianificazione. Nonostante appaia come uno strumento spontaneo e molto diretto, l’improvvisazione su Instagram non è consigliabile. Potrebbe far apparire il tuo brand come qualcosa di poco curato. E’ importante, invece, sfruttarlo al meglio mostrando la tua parte migliore. Inoltre, prima di lanciarti nella condivisione di foto e contenuti, è bene che ti ponga tre importanti domande:

A chi ti vuoi rivolgere?

Cosa vuoi comunicare?

Quali obiettivi vuoi raggiungere?

 

Strategia

Rispondere a queste domande è il modo migliore per impostare una strategia di azione e per iniziare a lavorare su Instagram. Ciò che posti deve ovviamente essere coerente con la tua immagine e con quello che vuoi comunicare. Per questo motivo è importante creare un piano editoriale e pianificare i post. Questo non renderà meno spontaneo il tuo lavoro. Lo renderà più curato e in linea con la tua brand identity, termine che sembra un parolone inglese senza senso, ma che in realtà va ad identificare la tua personalità come marchio. Le tue caratteristiche, insomma. Per questo devi sempre sapere esattamente cosa stai andando a comunicare e perché. Un po’ come se ragionassi sulla tua persona. Tingeresti la tua casa tutta di rosa se i colori che ti caratterizzano di più sono il bianco, il nero e il grigio? 

Una volta impostata una strategia, identificato il target a cui ti rivolgi e gli obiettivi che vuoi raggiungere, sarà più semplice studiare in che modo andare a comunicare la tua storia e a raccontare il tuo lavoro. Per i tuoi utenti sarà interessante sia vedere i prodotti belli e finiti, ma anche curiosare dietro le quinte.

 

Coerenza

Prima ti ho accennato della coerenza. E’ un fattore importante, quando si va a raccontare la propria attività e il proprio lavoro. Utilizzare una certa coerenza visiva tra le diverse foto e immagini che si condividono è fondamentale. Per fare questo potresti, ad esempio, utilizzare una particolare palette di colori, che ti distingua e identifichi. 

Un’altra buona scelta può essere quella di optare per un particolare filtro fotografico e utilizzarlo in tutte le foto. In modo che la tua gallery sia immediatamente riconoscibile e che segua un filo logico, visivamente parlando. E’ meglio, però, evitare di utilizzare troppi filtri e in maniera eccessiva. Le foto devono rimanere il più possibile reali e non devono apparire finte, ma solo belle ed è importante che abbiano una certa armonia tra di loro.

 

Hashtag

Un altro strumento che abbiamo a disposizione per raggiungere potenziali utenti interessati al nostro brand sono gli hashtag. Dei tag che si danno alle foto, precedute dal simbolo #, che racchiudono i contenuti per argomento. Questo strumento è molto utile e, se utilizzato in maniera consona, permette di raggiungere tanti potenziali followers. Si ha la convinzione, spesso errata, che più hashtag si utilizzino meglio è. In realtà è opportuno scegliere con accuratezza quelli da postare. Evitare i tag troppo generici e utilizzare solo quelli veramente utili per il tuo brand è un consiglio da tenere a mente, soprattutto perché Instagram non sopporta un loro utilizzo eccessivo: hai mai sentito parlare di Shadow Ban? Ne parleremo sicuramente più avanti.

 

Engagement

Un elemento che bisogna considerare, quando si utilizzano i social, è il fattore engagement, che invece viene spesso sottovalutato. L’engagement è il grado di coinvolgimento che si instaura tra il tuo brand e i tuoi followers. Questo è il vero valore di un profilo Instagram, che va ben al di là del mero numero di like che si ricevono o dei followers che si hanno. Ciò che conta, insomma, non è tanto la quantità, quanto il coinvolgimento. Avere una pagina con 10.000 followers, in cui però nessuno partecipa, commenta e interagisce, è pressoché inutile. Per questo motivo anche per gli Hashtag è sempre meglio scegliere con attenzione quelli più coerenti con il tuo business, in modo che possano portare nella tua bacheca degli utenti realmente interessati.

 

Pianificazione

Parliamo ora della pianificazione. E’ importante per mantenere un engagement alto, pubblicare con una certa frequenza. Le scuole di pensiero sono tante. C’è chi parla di due, tre post al giorno. C’’è chi afferma che è meglio pubblicare solo quando si hanno contenuti di qualità. La verità per me sta nel mezzo. Sono convinta infatti che, perché una pagina funzioni, sia necessaria una presenza costante. E’ importante, quindi, pubblicare tutti i giorni. Almeno una volta al giorno. E’ vero che i contenuti devono essere di qualità. Condividere solo per fare numero, non è una buona strategia. Per questo motivo è importante pianificare, perché la pianificazione di organizzare i contenuti e pubblicare materiali di qualità in maniera regolare. Per quanto riguarda gli orari di pubblicazione, anche qui non esiste una regola esatta. Bisogna procedere per tentativi, cercando di capire quando è il momento migliore per raggiungere il nostro pubblico.

Un consiglio per far funzionar il profilo Instagram è quello di cercare in tutti i modi di coinvolgere i propri followers, non solo utilizzando le foto, ma scrivendo testi interessanti, che magari spingano gli utenti a commentare e condividere. Un modo per farlo potrebbe essere quello di creare dei contest nella pagina, con in palio dei prodotti del nostro brand e di utilizzare le Instagram Stories per entrare più in intimità con il nostro pubblico. Ma di questi e di altri argomenti ne parleremo più approfonditamente in altri post. Stay tuned.

 

INSTAGRAM tips - Le Plume Studio

Se hai domande o dubbi, scrivici o lasciami un commento qui sotto. Sarò ben felice di rispondere a tutte le tue domande.

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Nessun commento

no

Questo è un negozio di prova — nessun ordine sarà preso in considerazione. Ignora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi